Comune di Musile di Piave

Piano dell'Illuminazione per il Contenimento dell'Inquinamento Luminoso (PICIL)

PICILL’illuminazione esterna comprende tutti i sistemi atti ad illuminare strade ed aree esterne di vario tipo, le insegne luminose ed in generale tutti gli impianti pubblici e privati che emettono luce  installati all’esterno. L’illuminazione esterna di qualsiasi tipo è intrinsecamente causa di inquinamento luminoso, in quanto incide sui livelli naturali di luce notturni.
Gli effetti di tale inquinamento sono essenzialmente costituiti dall’aumento della luminosità del cielo notturno, con conseguente perdita di capacità di osservazione della volta celeste, e dall’alterazione dell’equilibrio dell’ecosistema.
Gli impianti di illuminazione esterna non correttamente realizzati possono essere inoltre causa di spreco energetico, con effetti negativi economici ed ancora una volta ambientali, causati dell’inutile emissione in atmosfera dei prodotti della combustione derivanti dalla generazione di energia elettrica.
L’applicazione della La Legge regionale 7.08.2009 n. 17, permette di contenere questi tipi di inquinamento. La Legge, recante “Nuove norme per il contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici”, stabilisce all’art. 5 che i Comuni si dotino del Piano dell’illuminazione per il contenimento dell’inquinamento luminoso (PICIL), che costituisce l’atto di programmazione per la realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione e per ogni intervento di modifica, adeguamento, manutenzione, sostituzione ed integrazione sulle installazioni di illuminazione esistenti nel territorio comunale.
Il PICIL deve perseguire il contenimento dell’inquinamento luminoso, la valorizzazione del territorio, il miglioramento della qualità della vita, la sicurezza del traffico e delle persone, il risparmio energetico.
Con il Piano di Illuminazione si vuole dotare il territorio comunale di Musile di Piave di tecniche e tipologie di intervento utili alla creazione di scenari notturni fruibili, funzionali, nel rispetto della normativa esistente in materia di illuminazione pubblica.
Il presente piano dell’illuminazione coniuga il dettato della Legge Regionale con le prescrizioni della normativa tecnica allo scopo di realizzare le condizioni atte a limitare l’inquinamento luminoso a tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici, conseguire il risparmio energetico ed ottenere impianti di illuminazione esterna idonei alle effettive necessità.
Quanto sopra attraverso la programmazione degli interventi di adeguamento degli impianti esistenti e la costituzione delle linee guida per i nuovi impianti che dovranno essere realizzati nel tempo sul territorio comunale.
Accedi alla documentazione del PICIL